OCULUS RIFT IN BICICLETTA. DIMENTICATEVI TRAFFICO E SEMAFORI.

Per combattere la noia della cyclette non bastano nemmeno le partite di Champions, e neppure le serie tv, che tengono milioni di persone con il fiato sospeso. La noia va scacciata, semmai, con le immagini di un paesaggio che portano “fuori” dalla nostra stanza oppure dalla sudata palestra. Widerun è un sistema che usando una maschera Oculus Rift ci manda lontano nelle strade di una tappa del Tour de France, oppure tra le anatre di un paesaggio di aperta campagna oppure in luoghi ispirati dalla fantasia dei creatori. Una startup come tante, che ha inserito la sua ricerca di fondi su Kickstarter, e che spiega tutto in questo video.

OCULUS RIFTMASSIMA LIBERTA’ DI ANDARE FUORI STRADA

Ma i creatori di Widerun hanno voluto dare di più agli utenti e si sono inventati anche una modalità per abbandonare il percorso standard e andarsene liberamente alla ricerca di lidi sconosciuti, prati e riviere che allargano l’orizzonte del ciclista. Salita, discesa, pianura vengono simulate con dei sistemi collegati alla ruota anteriore, mentre con quella posteriore si decidono le sterzate che in un impervio fuori pista sono obbligatorie.




There are no comments

Add yours