gabriele di matteo_huawei_p8

Huawei P8 lite il primo smartphone testato nel tempio del design

9.5
Timeless

Triennale Milano. Quanto pesa il design all’interno del mix appeal di uno smartphone? I materiali usati dai produttori, sono da considerare essenza nella valutazione di un prodotto tecnologico, oppure solo packaging? L’eterna sfida tra design funzionale e design banale si consuma qui tra le mura di un tempio dell’architettura come il Museo del Design. Abbiamo accostato il P8 a opere famose firmate da Archistar. Vediamo com’è andata.

Il design di uno smartphone deve creare complicità con il nostro agire quotidiano entrare a far parte della grammatica della nostra vita.

Giro intorno allo spremiagrumi disegnato da Phlippe Starck, presente da anni nelle bacheche dei Musei, per capire quale sia la forma più adatta per lo smartphone del futuro o, semplicemente, per questa estate. Non mi convince. Tentacoli e spigoli, grandi vuoti nella struttura, dove lo mettiamo il display full HD? E i due speaker che mandano la musica nell’aria?Poi incappo in una cucina futuribile, bianca, levigata, osso di seppia dell’abitare nel lusso. Ha bordi rotondi e familiari, ricordano le tavole da surf, i marmi della scultura classica. In fondo al lungo tavolo uno schermo HD manda in onda le ricette di cucina o Masterchef. Mi convince: Zaha Hadid ha fatto centro.

The Breakdown


Qualità dei materiali
10
Ergonomia
9.7
Resistenza
8.9
Rifiniture
9.2




There are no comments

Add yours