GABRIELE DI MATTEO polaroid_3dprinting_00

3D Printer, il grande ritorno della “zia” Polaroid

E’ come se nostra zia avesse aperto una discoteca o un coffeeshop sui canali di Amsterdam. La vecchia casa Polaroid (classe 1937)  strapazzata dal tempo, annichilita da 4,5 miliardi di smartphone venduti negli ultimi cinque anni e tutti “armati” di ottime ottiche per scattare foto, adesso trova una sua rivincita. Dove? In uno dei mercati (insieme a quello dei droni) -che stanno generando small business negli ultimi anni- la stampa in 3D. Il modello lanciato “per le masse” (dicono in azienda) si chiama Modelsmart 250S  3D che secondo Polaroid si posiziona come “parte della vita di ogni giorno per tutti”. La stampante 3D è dotata di una fotocamera con connessione WiFi che permette di gestire la stampa anche da remoto. La sua velocità di stampa è notevole e si alimenta da cartucce che contengono filo di plastica nei colori pink, arancio, giallo, lime, verde e blu. L’esordio di questa Modelsmart 250S 3D avverrà nel mercato europeo ma con data e prezzo da stabilire. Il prodotto nasce in partnership con l’inglese Environmental Business Products (EBP).GABRIELE DI MATTEO polaroidlandcameraL’azienda ricorda che Polaroid ha sempre abilitato gli utenti a creare qualcosa di inedito ed emozionante. Come quando lanciò la fotocamera Polaroid Land che per prima al mondo permetteva di fotografare e stampare un’opera d’arte direttamente sul posto. Il famoso brevetto del foglio di plastica per polarizzare la luce. Nell’era dei selfie, la vecchia signora è voluta tornare, insomma a darci una lezione di stile.





There are no comments

Add yours