Gabriel DI Matteo AGRI EM3

Modello UBER tra le zolle indiane. Trattori on demand per salvarsi la vita.

Ci piace pensare che le nuove tecnologie possano aiutare gli esseri umani al di là della dipendenza (possibile) dei social network e delle aberrazioni dei “selfie col morto”. La storia che vi racconto oggi è esemplare. Il numero di suicidi tra i contadini indiani, poverissimi e disperati è un fatto drammatico. Poi un imprenditore illuminato che non riusciva a vendere costose macchine agricole copia “i modello UBER” e offre i macchinari on demand.

L’azienda si chiama EM3 AGRISERVICES e mette a disposizione dei piccoli proprietari terrieri mezzi agricoli molto costosi e sofisticati. Attrezzature che i piccoli proprietari non potrebbero permettersi se non sotto forma di servizi on demand la formula: Pay As You Use sia con tariffa oraria sia per Mq2 di terreno lavorato. Il fondatore di EM3 ROHTASH MAL ricorda che “L’azienda agricola indiana, mediamente e l’1% delle dimensioni di quelle USA e quindi l’unica strada è la flessibilità dei costi per i mezzi meccanici”. Per anni Mal e suo figlio hanno venduto macchine agricole ad un pubblico che non poteva permettersi tali investimenti. Poi ha deciso di cambiare modello di business: da macchina a servizio, sull’onda di Uber. Ma poiché la penetrazione dello smartphone nelle campagna è molto bassa, il servizio offerto è gestibile via app ma soprattuto con ordini offline.




There are no comments

Add yours