IFA 2011 – Miss IFA

Qualcuno aiuti l’IFA. I grandi brand la snobbano.

IFA 2017:  che gran rombare di aspirapolvere ergonomici senza fili. Ma Dyson li costruisce già da anni. Che sciacquare potentissimo di panni in lavatrici mirabolanti che fanno il bucato nella metà del tempo per permettere alla tech-casalinga di Voghera di andare a scuola di salsa e merengue. Che invasione (prevedibile) di soliti droni e dronetti. Ma a Berlino quest’anno brillavano soprattutto le grandi assenze dei brand che fanno il mercato, i cosiddetti Tech Titans, che per una fatale coincidenza di date hanno lanciato prima (o lanceranno dopo)  i loro top di gamma: Galaxy Note 8 il 23 Agosto roll out avvenuto.

Huawei Mate 10 con un nuovo portentoso processore proprietario Kirin 970 che porta dentro gli smartphone l’Intelligenza Artificiale, verrà annunciato il 12 Ottobre a Monaco come ha promesso all’IFA un solitamente entusiasta Richard Yu, CEO di HUAWEI Consumer Business Group. Asus lancerà la nova famiglia di ZenFone 4 il 21 settembre a Roma. Teniamo fuori Apple che ama le fiere come un mal di denti e che per il suo prossimo iPhone 8 ha scelto la data del 12 settembre, un giorno dopo la ricorrenza delle due Torri, mi fa notare un amico.

MOTOROLA, SONY, LG RESTANO FEDELI, MA LA VERA REGINA E’ L’AI 

Detto questo, per dovere di cronaca, bisogna ricordare che Motorola ha scelto la platea dell’IFA per annunciare in anteprima mondiale il suo nuovo Moto X Play anch’esso dotato di Alexa ma non per il momento non disponibile in Italiano. Va menzionato anche lo sforzo di Sony Xperia XZ1 con scanner 3D e l’osannato LG V30.  Ma la vera padrona dell’IFA è stata l’AI che vestita da Alexa e Google Assistant si infilava come uno dei fantasmi di Ghostbuster dentro decine di prodotti. Alexa, su cui il team di sviluppatori dell’uomo più ricco del mondo Jeff Bezos stanno lavorando da anni l’abbiamo ritrovata perfino nel robottino Sambot Nano Made in Shenzen da 2.800$. E Google Assistant lo abbiamo visto agire dentro il Panasonic Smartspeaker GA10 che verrà lanciato con la sua dotazione di Spotify, Google Music e via dicendo nel 2018 a circa 300 Euro come ci ha anticipato un uomo Panasonic.




There are no comments

Add yours